Asparagi

COCKTAIL & ASPARAGI

COCKTAIL & ASPARAGI

Gli asparagi sono senza dubbio da annoverare fra gli ortaggi che vantano di numerose proprietà benefiche: ricchi di fibre, vitamine e sali minerali; diuretici; antinfiammatori naturali. Originari dell’Asia, la loro coltivazione in Europa ebbe inizio ben 1000 anni fa, diventando protagonisti in numerosissime ricette grazie al loro gusto delicato ma saporito. Secondo la tradizione sono anche afrodisiaci, tanto da essere particolarmente amati da Luigi XIV e Napoleone. Da noi gli asparagi diventano i protagonisti di un nuovo drink: abbiamo creato un liquore homemade all’asparago che serviamo insieme a: Bombay Sapphire Gin, succo di limone e Creole Bitters. Venite a provarlo!


COCKTAIL & MEZCAL

COCKTAIL & MEZCAL

A tutti noi è capitato di sentire parlare della “Tequila col verme”. In realtà nella bottiglia con il verme, detto “gusano” non c’è tequila, c’è Mezcal. Il Mezcal è un distillato messicano ottenuto dalla pianta dell’agave e prodotto principalmente nello stato di Oaxaca sebbene sia diffuso in tutto il Messico.
Viene prodotto con la sola parte centrale dell’agave, detta piňa, che viene cotta in particolari forni interrati. L’agave viene successivamente triturato e lasciato a macerare fino al momento della distillazione in alambicco. Segue un periodo di affinamento in grandi botti di legno che conferisce al Mezcal il tipico colore dorato. Il mezcal ha un profumo ed un gusto decisi, caratteristici, ruvidi che sempre piu’ gente apprezza in tutto il mondo. Noi lo serviamo liscio, in un piacevole twist sull’Old Fashioned o in uno Smoked Margarita. Salute!



Cocktail pisco Bologna

I NOSTRI COCKTAIL CON PISCO

PISCO: COS’È E IN QUALI COCKTAIL LO USIAMO

Con la primavera alle porte, siamo del parere che tutti ogni tanto dovrebbero bere un Pisco Sour. Un cocktail fresco, aromatico, estremamente gradevole, ormai nelle carte di tutti i migliori cocktail bar. Ma cos’è esattamente il Pisco? Il pisco è un distillato di vinaccia, un pò come le acquaviti o il brandy, la cui origine è contesa tra Cile e Peru’. Nasce nel 16° secolo, quando i conquistadores spagnoli che colonizzarono la regione, cominciarono a coltivare l’uva per fare il vino. Le vendemmia in Perù avviene tra febbraio e marzo ed è proprio in questo periodo, caratterizzato da molte feste popolari, che inizia la distillazione. Si possono produrre piscos di monovitigno o “blend” di diversi vitigni, il cosiddetto acholado. Il grado alcolico varia fra i 38° e i 46°. Noi il Pisco lo serviamo liscio, nel Pisco Sour, in un Punch con ananas fresco e lime ed in un sour con Fava di Tonka fresca.
Venite a provarli!



Spritz

SPRITZ? NON SOLO APEROL

SPRITZ? NON SOLO APEROL

La tradizione italiana dell’aperitivo è piena di spunti per Spritz diversi e piacevoli.
Dal basilico al sambuco, Cynar, Luxardo, Punt e Mes.



Spezie

SONO ARRIVATE LE SPEZIE!

SPEZIE

Sono arrivati i rifornimenti!

Le spezie sono importanti per ogni bartender e noi ci rivolgiamo direttamente alla fonte.
Pepe di timut, cardamomo, pepe garofanato, fava di Tonka per dei drink sorprendenti.



ARTICHOKE SOUR

ARTCHOKE SOUR

Il drink realizzato con liquore homemade

Le foglie dei carciofi, quelle che di solito scartiamo nell’uso in cucina, messe in infusione in alcool con scorza di limone e pepe nero,
sono perfette per ottenere un ottimo liquore di carciofi.
Noi lo utilizziamo per realizzare l’artichoke sour, con sciroppo di carciofo, gin e limone.


Rebo Bologna Ripasso

IL REBO

REBO

Un vitigno ibrido a bacche nere tipico del Trentino

Rebo Bologna Ripasso

Questo vitigno a bacche nere prende il nome da Rebo Rigotti (1891-1971), agronomo di San Michele all’Adige (TN),
il quale attorno al 1920 realizzò questo nuovo vitigno incrociando Merlot e Teroldego.

Pur avendone sviluppato la coltura anche al di fuori del suo territorio natale, l’unica DOC che riconosce il Rebo è la Trentino DOC.

Nel vino Narciso della Cantina Romanese, il Rebo trova una splendida espressione del territorio della Valsugana.

Richiami di frutta matura, more e lamponi caratterizzano questo vino, impreziosito da una bellissima
etichetta, opera di Matteo Boato.


Cape Breton Ripasso Bologna

Cape Breton w/ Arancia

CAPE BRETON

il drink della settimana

Cape Breton Ripasso Bologna

 

 

 

Ingredienti:
Campari bitter
Vermouth Dolin
Tanqueray gin
Laphroig
Arancia


L’ARANCIA

Nome Scientifico:
Citrus X sinensis
Famiglia di appartenenza: Rutacee Lauraceae
Paese d’origine: 
Cina
Etimologia: dal persiano Narang

CURIOSITÀ:
L’arancia è un antico ibrido, probabilmente fra il pomelo e il mandarino. Legata nella mitologia greca a Giunone e al concetto di fertilità, in alcune iconografie è proprio l’arancia il frutto proibito della conoscenza, non la mela.


IN CUCINA:
Protagonista indiscussa di frullati ed estratti, l’arancia è utilizzata sia nella preparazione di dolci che in ricette salate.



donga punch drink con cannella Bologna

Donga Punch w/ Cannella

DONGA PUNCH

il drink della settimana

donga punch drink con cannella Bologna

 

 

Ingredienti:
Rum bianco Brugal
Rum Appleton Estate
Pompelmo Rosa
Lime
Sciroppo di cannella

Il Donga Punch: un drink semplice ma sorprendente sulle orme di Don The Beachcomber


LA CANNELLA

Nome Scientifico:
Cinnamomum verum
Famiglia di appartenenza: Lauraceae
Paese d’origine: 
Sri Lanka
Etimologia: Der. di canna per la forma che assume  

CURIOSITÀ:
La cannella è una spezia antichissima, tanto da trovarne riferimento nel libro dell’Esodo. Utilizzata per imbalsamare i defunti in Egitto, era apprezzata anche come digestivo dagli antichi Greci.


IN CUCINA:
Utilizzata prevalentemente come ingrediente per dolci, in Oriente e in Africa è protagonista nelle preparazioni salate: ingrediente protagonista del curry si sposa bene con ricette a base di pesce e carne



Tonka Sour w/ Fava di Tonka

TONKA SOUR

il drink della settimana

 

 

Ingredienti:
Pisco Barsol Achlolado
Lime
Zucchero
Albume
Fava di Tonka*

Pisco peruviano ed una spezia preziosissima dal profumo avvolgente.


FAVA DI TONKA

Nome Scientifico:
Dipteryx odorata/Coumarouna odorata
Famiglia di appartenenza: Fabaceae
Paese d’origine: Sud America
Etimologia: Coumarouna, nome indios, da Cumbui (Tupì)

CURIOSITÀ:
Vera e propria delizia, se consumata in quantità elevate ha effetti allucinogeni a causa dell’alto contenuto di cumarina, tanto da essere stata “bandita” dal mercato USA nel 1954.

IN CUCINA:
Grattugiata in piccola quantità aromatizza biscotti, muffin, torte, latte e tè. Perfetta anche abbinata al salato. Un esempio? Provatela nel risotto alla zucca!